.
Annunci online

blog letto: 1 volte

Resta aggiornato con i feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

Parlare di Homs

Homs è la città dei martiri siriani. Muoiono donne, giovani, tanti bambini. E' il luogo simbolo della mattanza di Assad, dittatore di Damasco che qualcuno anche a sinistra difende e di fatto tutela. Una tutela, in realtà, garantita soprattutto dall'inazione della comunità internazionale. Che non fa nulla per fermare questo massacro, in cui sono morti fino ad oggi 14mila civili. Alla Camera ho ritenuto utile parlare di Siria.


Rodotà, Serafini, la Margherita e noi

29 marzo 2007

Avrei voluto stare buono per una settimana, perché sabato è previsto il coordinamento nazionale dei blogger di Generazione U (via del Quirinale 26, ore 12) e avrei voluto riservare a quella sede, dove arrivano persone da molte parti d'Italia, le parole per un dibattito originale che hanno diritto a non vedere svolto prima sulle pagine del web. Alcuni elementi di urgenza però costringono ad anticipare almeno qualche questione. Domani si apre infatti il cosiddetto congresso regionale della Margherita del Lazio e noi, poco o per nulla apassionati alle beghe locali di valvassori e valvassini, avremmo avuto tutta l'intenzione di evitare di metterci bocca. Se non fosse che attendevamo una risposta che non è arrivata. Forse occorre spiegare cosa è accaduto.

Sui nostri blog e attraverso Youtube avevamo denunciato l'incredibile svolgimento del congresso della Margherita di Roma, prendendolo a spunto e ad esempio di un percorso viziato che sta conducendo alla nascita (a questo punto viziata anch'essa) di quel partito che per paradosso qualcuno si ostina a definire "democratico". Quarantanovemila iscritti, tra i tre e i quattromila votanti effettivi (meno del 10%), quindicimila dichiarati. Senza farci prendere da furori eccessivi abbiamo presentato un ricorso alla commissione di garanzia? Cosa è accaduto?

E' accaduto l'incredibile.

La commissione di garanzia ha considerato il ricorso e di conseguenza ha richiesto alla Margherita romana le carte e i verbali del congresso, che non sono mai stati consegnati. Nessuno si assume la responsabilità di firmare un falso palese, è chiaro, ma comunque i 174 delegati del congresso romani saranno presenti al congresso regionale, di fatto delegittimandolo. Non esiste una carta che certifichi che il limite minimo del 30% di partecipazione al congresso romano, già basato su un tesseramento da tutti ma proprio tutti considerato fasullo. Eppure si fa finta di nulla e Rutelli parteciperà all'assise.

A noi cosa resta da fare?

Ci ragioneremo. Certo che questo potere corazzato fa apparire come inutili cerbottane i nostri blog. Abbiamo esempi a bizzeffe. Dalla Bloggeria di Europa ho avuto l'ardire di criticare l'ex garante per la privacy, Stefano Rodotà, per proporre uno scambio tra la privacy dei nostri politici e il potere che detengono e gestiscono, chiedendo che imparino a vivere in una "casa di vetro". Il professore Rodotà pensa bene di andare da Fabio Fazio e replicare affermando che "la casa di vetro è un'idea nazista".

Anna Serafini se l'è presa perché in un'occasione pubblica ho detto al marito segretario dei Ds che la prossima volta potrebbero fare la conta in famiglia per lasciare libero un posto da parlamentare da riservare a un giovane. Da allora annuncia propositi di vendetta in ogni colloquio in cui s'affronti la questione.

Insomma, il ceto politico si sente onnipotente e insindacabile. I congressi (peraltro fondativi di un processo che si vorrebbe essere nuovo e democratico) sono fasulli? Proponi un rapporto diverso tra rappresentanti e rappresentati? Chiedi che gli oligarchismi tramontino e apri su questo un fronte politico-generazionale? La risposta è brutale e quasi violenta nella sproporzione dei mezzi. Apparati partitici, televisioni, reti di rapporti contro i nostri blog. Eppure, testardamente, continuiamo a pensare che alla fine la spunteremo noi.

sfoglia
  
In onda su RED

www.redtv.it
Cerca
Info del giorno
Sondaggio
La durata di Silvio

Create polls and vote for free. dPolls.com


--