.
Annunci online

blog letto: 1 volte

Resta aggiornato con i feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

Parlare di Homs

Homs è la città dei martiri siriani. Muoiono donne, giovani, tanti bambini. E' il luogo simbolo della mattanza di Assad, dittatore di Damasco che qualcuno anche a sinistra difende e di fatto tutela. Una tutela, in realtà, garantita soprattutto dall'inazione della comunità internazionale. Che non fa nulla per fermare questo massacro, in cui sono morti fino ad oggi 14mila civili. Alla Camera ho ritenuto utile parlare di Siria.


Diario di un candidato alle primarie - Day 34

21 agosto 2007

Oggi è il 21 agosto: data importante perché sedici anni fa ho mollato la casa dei miei genitori per cominciare una strada solitaria e faticosa, perché due anni fa è cominciata la mia convivenza con Amy Jane, perché oggi è nato il figlio di un caro amico. Ci sarebbe da celebrare la grande foto sul Corriere della Sera che mostra i miei progressi dovuti alla palestra (sì, pare vero).

Invece è un giorno importante perché il Sole 24 ore ha pubblicato la prima seria analisi comparata dei siti dei candidati alle primarie. Dove appare chiaro che noi Veltroni, almeno qui sulla rete, lo battiamo sette a zero. Ha fatto quaranta commenti in due settimane, quando da noi si fanno in mezz'ora, anche grazie alla logorrea di alcuni. O al fatto che qui c'è un candidato che, se invitato a dialogare da amici o da screanzati, non si fa negare. Siamo fieri di questo risultato e di questo importante riconoscimento arrivato da una testata prestigiosa. Un riconoscimento simile arriva oggi anche da Blogosfere, che ringraziamo. Ma, intanto, leggiamoci l'articolo del Sole.

da il Sole 24 Ore di martedì 21 agosto 2007

PD, WEB FREDDO SUI CANDIDATI
di Giuseppe Latour

C'è poca partecipazione nelle primarie on line del Partito democratico. Complice il caldo d'agosto, ma anche qualche incertezza dei protagonisti, la corsa alla segreteria a dispetto dell'approccio modernista di alcuni dei candidati, non si sta giocando sul web. I portali che promuovono gli aspiranti leader del Pd sono poco frequentati, lasciando spazi a volte poveri al dibattito e testimoniano uno scarso coinvolgimento. Con poche eccezioni.

La prima è sicuramente
www.marioadinolfi.it. Il "giovane" della competizione ha coltivato fino ad oggi la sua attività politica soprattutto atttraverso il suo blog e può contare su uno zoccolo duro di sostenitori pronti a movimentare le discussioni del sito. Sito che utilizza come principale strumento di comunicazione e promozione. Il suo "diario di un candidato alle primarie" coinvolge decine di blogger che, spesso, si vedono rispondere dallo stesso Adinolfi. L'altra eccezione è www.rosybindi.it. Il sito del ministro si segnala per un dibattito piuttosto vivace, anche se finora non ha fatto registrare grandi numeri: sono circa 500 i messaggi lasciati dai visitatori sul blog in poco più di un mese di vita. E nei giorni scorsi il portale ha ospitato nelle sue pagine uno scambio di battute tra la stessa Bindi e Adinolfi su un possibile "faccia a faccia" tra i sei aspiranti alla segreteria.

Non è altrettanto movimentato il sito di Walter Veltroni
www.lanuovastagione.it. Quello del sindaco di Roma è il portale più ricco: contenuti multimediali, prima piano sulle principali notizie e social network di blogger a sostenere la candidatura. Dal quartier generale della campagna si parla di "diecimila contatti al giorno e oltre duemila messaggi in archivio". Sulla community del sito aperto a inizio mese, dall'8 al 20 agosto compaiono però appena una quarantina di messaggi. Molti dei quali lasciati da blogger riconducibili ai diversi comitati promotori del Pd a livello locale. Particolarmente attivi Fucecchio, Foggia, Borgomanero e Terni. E Fulvion dal sito del comitato Lugo, provincia di Ravenna, commenta: "Finora su questo strumento del social network noto solo una partecipazione indiretta, nel senso che sono pubblicati solo documenti e appunti. Credo che possa essere utilizzato anche come punto di dibattito".

Anche Enrico Letta dalle pagine del suo sito
www.enricoletta.it parla di grandi numeri: "Oltre diecimila persone hanno chiesto di prendere parte alla campagna elettorale e tantissimi mi hanno inviato messaggi di sostegno e incoraggiamento". Nella "Bacheca" (lo spazio riservato alle "vostre idee e alle vostre opinioni") si possono però leggere solo una sessantina di messaggi, quasi tutti biglietti di auguri per il candidato. "Pensa che nei dibattiti (familiari e non) ribadisco sempre che saresti adatto per il Colle" scrive Pietro. Nel blog in 20 giorni di vita sono stati lasciati poco meno di 140 messaggi. E anche i contenuti multimediali, che inizialmente erano sembrati un possibile traino per la candidatura, stanno lasciando freddo il pubblico. Su www.youtube.com il video di "inizio del viaggio" aveva totalizzato quasi 20mila visioni; la "terza tappa del viaggio" (l'intervento di inizio agosto da Tirrenia) si è fermata ad appena 130.

Se la passano male anche i due outsider. Dalle pagine del suo sito
www.gawronski.it/piergiorgio Pier Giorgio Gawronski usa parole infuocate: "Io sono qui per fare la rivoluzione". A seguirlo, però, ci sono poche persone. Fino a ieri nel forum c'erano meno di 90 messaggi e 13 utenti registrati. Martedì 14 agosto alle ore 16.15 è stato raggiunto il picco di utenti in linea: quindici.

Ma il trionfo della solitudine è Jacopo Gavazzoli Schettini. In mancanza di uno spazio dove dialogare direttamente con il suo popolo, dal sito www.jacopo-g-schettini.eu parla agli elettori con video fatti in casa nei quali affronta i temi chiave della sua campagna. Web cam e abiti casual, il quarantenne fiorentino aziona da solo la telecamera per affrontare il tema delle pensioni in 14 secondi e illustrare il suo pensiero in materia di sicurezza in meno di mezzo minuto. Senza sedurre la gente di internet. Da
www.youtube.com Xnovo commenta: "Piccoli Scalfarotti crescono".

sfoglia
  
In onda su RED

www.redtv.it
Cerca
Info del giorno
Sondaggio
La durata di Silvio

Create polls and vote for free. dPolls.com


--