Blog: http://marioadinolfi.ilcannocchiale.it

Saremmo più soli, senza Piero Welby

Non utilizzerò molte parole, perché oggi scriverò sul tema per Europa (includendo le vostre opinioni, come sempre) e perché è abbastanza noto che credo nella vita rispettata dalla gioia del concepimento fino alla morte inevitabilmente nel dolore. I confini, per me, sono netti e invalicabili.

Dirò solo che se a Piero Welby fosse consentito di morire, saremmo più soli. La sua non è una vita meramente biologica, la sua non è una vita priva di capacità di relazione, la sua non è una vita inutile. Nessuna vita lo è. E se aprissimo lo spazio ad un pensiero del genere, arriveremmo presto al genocidio.

Pubblicato il 25/9/2006 alle 7.59 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web