Blog: http://marioadinolfi.ilcannocchiale.it

La mappa dei blogger per il Pd - 2

Abbiamo passato in rassegna alcuni dei principali soggetti plurali, organizzati per un progetto politico favorevole al Partito democratico nella blogosfera italica: da Generazione U agli scalfarottiani alla tribù di Pennarossa. Ma quali sono i luoghi dove poi tutti questi soggetti, insieme ad altri interessati allo stesso percorso, si aggregano e si ritrovano in rete? Dobbiamo inevitabilmente raccontare delle piattaforme e degli aggregatori.

La piattaforma dove certamente è più densa la presenza di blogger interessati al traguardo del Pd è quella del Cannocchiale (www.ilcannocchiale.it), nata come emanazione del quotidiano Il Riformista nel marzo del 2003 e oggi completamente autonoma, nella gestione della Dol di Emanuele Fini e Stefano Peppucci, noti nel mondo della blogosfera con i nicknames di Nutella e Jabal. Il Cannocchiale comprende oggi quasi trentamila blogger e non a caso è stata la piattaforma dove si è strutturata l'esperienza più forte e articolata del mondo della rete per il Partito democratico, quella di Generazione U. Ma sulla piattaforma del Cannocchiale girano anche i blog di alcuni protagonisti piuttosto noti della dialettica interna al Pd: dai parlamentari diessini Gianni Cuperlo e Gianni Pittella all'animatore dell'esperienza di Qualcosa di Riformista, Pierluigi Regoli, dal coordinatore nazionale dei Giovani della Margherita, Luciano Nobili (insieme ad Andrea Bernardi impegnato nel blog Mario e Mario) al direttore di Nessuno Tv, Claudio Caprara. E sono moltissimi proprio i giornalisti "di area" che hanno il loro blog sul Cannocchiale: da Stefano Cappellini del Riformista (Cappeblog il suo nickname) a Aldo Torchiaro, volto noto di Nessuno Tv, fino a Fabrizio D'Esposito, sempre del Riformista, che sul Cannocchiale si fa chiamare Uqbar, vai a capire il perché.

Se Il Cannocchiale è la piattaforma dell'affinità elettiva tra il processo di formazione del partito democratico e la blogosfera italiana, l'aggregatore di riferimento è invece Kilombo (www.kilombo.it) che però ha i suoi confini anche ben al di là del Pd, avendo l'ambizione di essere "Il metablog delle sinistre", secondo la definizione molto in sinistrese (e dunque comprensibile a pochi) che compare sulla home page. Intanto andrà spiegata ai profani la differenza tra piattaforma e aggregatore: la piattaforma (come Il Cannocchiale) è un luogo della rete dove chiunque può aprire un suo blog, in pochi minuti e con strumenti ("tools" in gergo) molto semplici e standard a disposizione di tutti; l'aggregatore è un luogo della rete dove blogger già esistenti si aggregano, appunto, a secondo di alcuni interessi in comune. L'aggregatore principale di sinistra è Kilombo, l'aggregatore di destra è Tocqueville (www.tocque-ville.it). Su Kilombo si possono trovare ripubblicati i post di alcuni blogger importanti nella web-dialettica sul Pd: Valerio Pieroni, gli Studenti Democratici di Nuova Via, Officina Democratica, il geniale Ricchiuti e moltissimi altri.

Un altro aggregatore, meno vasto di Kilombo e riferito solo all'area della Margherita è quello di Margo (www.blogperlamargherita.it), animato da Francesco Soro e Manuela Grasso, che riprende gli interventi dei blogger rutelliani, da Ermanno Lombardo a Paolo Zocchi, consigliere del ministro Lanzillotta noto nella blogosgera come Britten. Ma poi vanno segnalate tante esperienze di blogger anche singoli che sempre "arano il campo" del futuro Pd con le loro opinioni e con la loro militanza: da Marta Meo di Campo dell'Unione a Francesco Costa di Progetto Mayhem, da Massimo Preziuso degli Innovatori Europei a Laura Petrazzuolo detta la Sposa, da Revanche a Oldman (due blogger del Cannocchiale a identità ancora ignota, ma molto attivi nel dibattito sul Pd), dal pugliese Enzo Delvecchio al "diarista congressuale" Roberto Giachetti. Insomma, un mare magnum in cui non bisogna far altro che tuffarsi.

(2. continua)

Pubblicato il 20/4/2007 alle 10.19 nella rubrica MONDO BLOG.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web