Blog: http://marioadinolfi.ilcannocchiale.it

I Mille per Veltroni?

Il quadro che viene raccontato oggi dai giornali non è proprio incoraggiante: D'Alema e Marini kingmakers della candidatura di Veltroni, con il patto di mandare Fassino a fare il vicepremier costringendo Prodi a un rimpastino, due vicesegretari del Pd uno dei quali sarà Franceschini e l'altro lo scelgono i Ds, a Rutelli viene spiegato di puntare al giro di governo successivo, coprendo intanto l'area moderata.

Risiko di palazzo. Non il modo migliore di cominciare a ri-fare l'Italia, con la ciliegina dell'intervista del Corsera a Dell'Utri, tutta elogi per il sindaco di Roma.

Ora, intendiamoci, dato il mazzo delle carte a disposizione dei partiti, Veltroni è l'asso di cuori, la candidatura migliore anche per noi dei Mille, che pure puntavamo a sparigliare. C'è il progetto, di alcuni di noi, di trasformare dunque la spedizione che doveva ri-fare l'Italia in un sostegno alla candidatura Veltroni, che l'Italia la ri-faccia lui e noi facciamo una lista di sostegno. Un po' come faranno tutti.

Non so se sia la soluzione migliore. Non lo so davvero, esprimo un dubbio che è un dubbio vero, non una certezza, quando ho certezze le proclamo fin troppo nettamente. Per istinto ripeterei il mio mantra di queste settimane ("nessuna mediazione"), ma discutiamone. Basta che l'argomentazione più forte non sia: "Tanto vince lui".

Pubblicato il 21/6/2007 alle 8.27 nella rubrica POLITICA ED ECONOMIA.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web