Blog: http://marioadinolfi.ilcannocchiale.it

Passando da New York

Tutto quello che poteva andare storto, non ha mancato di andare storto. Radar che si spengono, ritardi colossali, una fila di due ora all'Immigration che il mio compagno di viaggio senatore "de sinistra" Furio Colombo ha saltato bellamente con il nipotino, tanto lui a New York andava in giro con gli Agnelli, mica come a Roma che fa finta di essere amico dei poveracci.

Ok, sono in deciso credito con la fortuna, che dovrebbe ora riversarsi su di me nonappena metto piede a Las Vegas. Domani alle 12 ora locale (le 21 in Italia) dovrebbe esserci il mio esordio ai tavoli dell'evento 49 delle World Series of Poker. Una sorta di torneo di riscaldamento (ma comunque, vale un titolo mondiale) in vista dello strepitoso Main Event che prende il via il 6 luglio.

Ormai uso i condizionali su tutto, ma se torno con i tredici milioni di dollari del premio collegato al Bracelet d'oro del Main Event, mi sa che il merito va alle sfighe colossali che riesce a mettere in fila la nostra compagnia di bandiera. Una dietro l'altra. Speriamo d'esser ripagato con assi a profusione.

Restate in linea, se arrivo vivo al Venetian Hotel da domani sera vi racconto tutto.

Pubblicato il 29/6/2007 alle 13.31 nella rubrica GOSSIP E FATTI MIEI.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web