Blog: http://marioadinolfi.ilcannocchiale.it

Diario di un candidato alle primarie - Day 74

Il servizio del Tg3 ha raccontato bene la nostra assemblea di presentazione delle liste di Generazione U e ritroviamo qualche brandello delle nostre parole anche sui giornali (un articolo più ampio ce lo dedica il Tempo, quotidiano che ringraziamo). L'Unità fa un titolo sulla richiesta di chiarezza che abbiamo inoltrato a Enrico Letta, che vuole inventarsi un ruolo da "giovane" che agisce "via web" in queste ultime due settimane di campagna elettorale. L'uomo che ha firmato l'accordo del 23 luglio che manda i nostri padri in pensione a 58 anni scaricando i 10 miliardi di costo dell'operazione sui precari, con l'aumento del prelievo su già esilissimi compensi, non può travestirsi da giovane.

Enrico lo conosco da molti anni, è un ottimo tecnocrate ed una persona seria, che faceva il ministro dieci anni fa e vuole stare nel Palazzo per altri trenta. Legittimo, ma adesso non si metta a fare lo scapestrato a fini elettorali.

Per fortuna alcuni quotidiani (penso al Messaggero nella edizione abruzzese) si sono messi a fare i calcoli, assegnando a Generazione U la palma di "candidature più giovani", che Enrico prova a sfilarci. La matematica non è un'opinione. Molti quotidiano locali (la Nazione, il Tirreno, il Resto del Carlino nell'edizione di Ancona) citano oggi le iniziative di Generazione U evidenziando l'entusiasmo che stiamo scatenando sul territorio. E' la giusta chiave, quella di cercare la comunicazione locale, visto che sul piano nazionale continua l'oscuramento.

Non credo che saremo invitati alle Invasioni Barbariche, per capirci, anche se dalla Bignardi Veltroni non ha fatto una gran figura.

Siamo invitati però a un altro incontro importante.

PD:LUNEDÌ PRODI INCONTRA I CINQUE CANDIDATI ALLA SEGRETERIA

  (ANSA) - ROMA, 29 SET - Lunedì 1 ottobre alle ore 11.00 presso la sede di SS. Apostoli 73, il presidente Romano Prodi incontrerà i cinque candidati alla carica di segretario nazionale del Partito Democratico: Mario Adinolfi, Rosy Bindi, Enrico Letta, Piergiorgio Gawronski e Walter Veltroni. (ANSA).

Sarà magari l'occasione per dire che la finanziaria non è male, ma invece di spendere 550 milioni per l'edilizia popolare, magari quei denari si potevano impiegare per azzerare gli interessi sui mutui prima casa per le giovani coppie. Un segnale, cavolo, che stanno capendo che non possono non darci mai e proprio mai niente, ce lo manderanno prima o poi?

Pubblicato il 30/9/2007 alle 10.6 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web