Blog: http://marioadinolfi.ilcannocchiale.it

Inauguration days (a me la tv piace faziosa)

Siamo arrivati, nella Capitale dell'Impero arriva il presidente che cambierà il mondo e forse l'ha già cambiato.



Il giorno dopo, sempre da quelle parti, altra grande inaugurazione: parte la quinta stagione di Lost, il Guerra e Pace dei nostri tempi, anzi l'Odissea, come è ovvio. Quanto di più bello abbia mai proposto la television.




Lost è qualcosa che la televisione italiana non solo non produrrebbe mai per mancanza di risorse, ma non immaginerebbe mai per mancanza di senso del racconto. Noi ci teniamo la tv al cloroformio, la politica al cloroformio e cloroformio anche in altri territori. Per fortuna ci sono le tramissioni faziose, quelle mi piacciono, anche se viene maltrattata una persona che stimo.



Detto per inciso (e per quel poco che conta) anche io al posto di Lucia mi sarei alzato per l'insulto ricevuto, ma prima di andare via mettevo le mani addosso a chi s'era permesso di darmi del prezzolato. Detto questo, Santoro ha fatto una trasmissione necessaria, perché il mutismo dell'informazione televisiva italiana sulla tragedia vissuta dal popolo palestinese era oltraggioso.

E ora, vai con Obama. Che il nostro tempo sia il suo e che tutto cambi, ce n'è bisogno.

Pubblicato il 19/1/2009 alle 11.46 nella rubrica MEDIA E SPETTACOLO.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web